Dick Porter - Viaggio al centro dei Cramps (Book)


Viaggio al centro dei Cramps cover

Goodfellas Edizioni - Viaggio al centro dei Cramps
Dick Porter 
2016, 320 p., ill., brossura


Goodfellas , etichetta discografica e distributore diventa anche casa editrice  e come prima uscita del catalogo pubblica “Viaggio al centro dei Cramps” di Dick Porter, facendo subito centro.
A mia memoria credo sia il promo libro in lingua italiana su una band fondamentale come i Cramps.
Il gruppo di Poison Ivy e Lux Interior oltre ad aver e il merito di aver fatto riscoprire tutta una (sotto) cultura dimenticata - quella del r’n’r’degli anni 50 -  è stato  anche capace di sporcare il rock’ n’ roll con la“cultura” punk della new york di fine anni settanta.
Una band storica, senza di loro lo psychobilly non ci sarebbe e molte band validissime sarebbero ancora nel dimenticatoio.
Il libro racconta la storia della band anche con aneddoti divertenti. La prima parte, sulla gioventù di Lux e sui primi anni settanta  della coppia Ivy e Lux, è la più affascinante e divertente. Dal racconto del loro primo incontro (Lux dice di aver visto Ivy in pantaloncini che faceva autostop e di aver avuto subito una erezione) ai primi anni passati a girare i rigattieri d’america per trovare 45 giri di r’n’r , alle difficoltà a New York nel primo periodo nel cercare di pubblicare un disco.
Poi i tour, l’amore dei fans e il loro primo tour in Europa di spalla ai Police, i difficili rapporti con le case discografiche, i continui cambi di formazione dovuti sia alla totale devozione che Lux e Ivy richiedevano per i Cramps sia a problemi personali degli altri membri della band.
Quindi le storie di Brian Gregory, Miriam Linna, Kid Congo Powers, Candy Del Mar e tutti quelli che hanno suonato nelle formazioni dei Cramps.
Nel libro si parla della loro passione per la musica del passato, per le auto, per l’horror, i B-Movies ed i fumetti anni 50, l’amicizia con le altre band rock (i Ramones su tutti) l’impegno e la professionalità dei Cramps spesso sottovalutati anche da molta critica specializzata
La seconda parte del libro è forse un pochino troppo “rapida” concentrando troppo l’ultima parte di carriera della band da inizio anni novanta fino alla prematura morte di Lux Interior nel 2006.
Un bel libro fondamentale per i fan dei Cramps ma anche per chi si vuole avvicinare alla band o chi vuole scoprire cosa c’era dietro la passione di due grandi amanti del r’n’r’. Completano il libro delle bellissime foto - ottime quelle di inizio anni settanta con Lux capellone - e nella versione italiana, oltre ad una discografia completa, una serie di interventi di musicisti italiani fans dei Cramps.
Da leggere tutto di un fiato.

Tonypop

...un semplice appassionato

Nessun commento:

Posta un commento

Instagram