Ray Barretto - Acid


Ray Barretto Acid cover

Fania Records - SLP 346 - ?/68

  1. El Nuevo Barretto
  2. Mercy Mercy Baby
  3. Acid
  4. A Deeper Shade Of Soul
  5. The Soul Drummers
  6. Sola Te Dejare
  7. Teacher Of Love
  8. Espiritu Libre



Un grandissimo disco datato 1968, uno dei primi (se non il primo) esempi di Lp  dove la musica latina, intesa come salsa e latin jazz, si sposa con il soul e con la psychedelia.
Psychedelia molto meno  presente di quanto il titolo (supercool) lasci intendere ma che si fa piacevolmente sentire.
Barretto pubblica “Acid” nel 1968 ed è il suo primo Lp per la Fania Records (leggendaria etichetta creatrice della Salsa fondata da Jerry Masucci e Johnny Pacheco a NYC nel 1964) con la quale firmò nel 1967.
Probabilmente fu il suo periodo creativo migliore durante il quale gestì anche la grande orchestra Fania All Star e lavorò con leggende della musica latin come Willlie Colon, Eddie Palmieri, Hector Lavoe e molti altri.
La Fania Records sta alla musica latina come Motown o la Stax stanno alla musica soul e black, un etichetta fondamentale per lo sviluppo di questo genere musicale.
Ray Barretto nacque nel 1929 a New York da genitori portoricani, subito dopo il congedo dall’ esercito nel 1949 inizia a suonare le Congas avvicinandosi al mondo del jazz e iniziando a frequentare i club.
Suona con Art Blakey e Dizzy Gillespie e entra nella scuderia delle Prestige e collabora con Gene Ammons e Lou Donaldson tra gli altri e si avvicina al mondo del pop suonando con Bobby Rydell. 
Nel 1957 entra nella orchestra di Tito Puente, e nel 1962 centra il primo hit con “El Watusi” singolo che raggiunge la posizione numero 17 delle classifiche e per tutti gli anni sessanta produce brani a metà tra il pop e la salsa. Come detto nel 1967 firma per la Fania Record e pubblica una pietra miliare come  “Acid” l’anno successivo.
Titolo e copertina stupendi (il colore e la faccia spiritata di Barretto con la grafica del titolo sono davvero una bomba) per un disco davvero ottimo.
La open track “El nuevo Barretto” è una salsa molto ballabile che vira sul genere Boogaloo, “Mercy Mercy Baby” è ancora molto stile boogaloo ma con i fiati in stile Stax e soprattutto con un basso (di Bobby Rodriguez) molto groove quasi funk.
La title track “Acid” è grandiosa, basso ipnotico, tromba percussioni e timbales di Orestes Vilato che girano alla grande.
Il lato A si chiude con il soul pop di “Deeper shade of soul”, travolgente e ballabilissima.
Altri quattro brani nella B side con la soul  “Soul Drumming” con tanto di break di percussioni molto molto groove.
“Sola Te dare” brano cantato in spagnolo è forse troppo latina per i miei gusti ma nel complesso si lascia ascoltare.
Altro brano cantato ma  che è una bella miscela di Latin e funk è “Teacher of Love”.
Chiude la super super psychedelica e, insieme ad "Acid", brano di punta del disco “Espiritu Libre”. Brano strumentale che si apre con tromba e percussioni, super ipnotico e super acido pare di essere ad una festa di giovani hippie portoricani di fine anni sessanta nella grande mela, con tanto di odore di mariujana!
Gli strumentisti che affiancano Ray Barretto in questo lp sono Louis Cruz al piano, Timbales Orestes Vilato, René López alla tromba Adalberto Santiago voce e Pete Bonet voce e Guiro
Lp è prodotto da Hervey Averne e dal boss della Fania Jerry Masucci.
Barretto per tutti gli anni sessanta e settanta è stato una istituzione nella musica Latin e per la scuderia Fania, ha diffuso la musica salsa e latin  (attenzione non il latino americano che si balla oggi nei locali, ma un genere molto legato al jazz ed alla tradizione ballabile dei caraibi e al soul) toccando la vetta forse nel 1973 con il concerto allo Yankee Stadium dei Fania All Star. 
Nel 1975 abbandona la Fania per l’ Atlantic e la CTI, ritornerà nella scuderia di Masucci nel 1979.
Per tutti gli anni ottanta e novanta ha continuato a suonare salsa e jazz, nel ultimo periodo della sua vita si è concentrato sul jazz abbandonando la salsa . E’ scomparso nel 2006.
E’ una istituzione del Latin Jazz e della musica latina.
"Acid"  è un piccolo capolavoro.

Acid fania label
Foto della label della mia copia di SLP346


Ray Barretto - "Acid" - (sample)

Tonypop

...un semplice appassionato

Nessun commento:

Posta un commento

Instagram