The REAL KIDS are Alright. Breve Storia di una grande band : The Real Kids

R'n'r Band The Real Kids


Esistono band che danno l'anima per il r'n'r, che suonano con una purezza ed una genuinità commoventi, che creano veri e propri inni generazionali, che suonano il puro r'n'r delle origini sia nella musica che nello spirito, che hanno dei brani che dovrebbero essere in classifica e che non lo sono, che non raccolgono quanto meritano, che sono sempre in anticipo (o in ritardo) con i tempi storici, che falliscono sempre ogni grande occasione per il successo, che ispirano decine di band e che hanno uno uno zoccolo duro di fans che cresce con il passare del tempo. I Real Kids sono una di queste band. Anzi sono la band per eccellenza che raccoglie tutto quanto detto sopra.



Autori di un sound che univa il r'n'r di Chuck  Berry, di Buddy Holly, di Eddie Cochran con il beat inglese i Velvet e gli MC5 hanno prodotto solo pochissimi album ufficiali  ma sono riusciti ad entrare nel cuore dei fans del rock and roll più puro.
Nati a Boston a metà anni settanta, sotto la guida di John Felice chitarra e voce, hanno una storia legata a doppio filo a quella di Felice leader della band.
John Felice è nativo di Natick a 15 km da Boston sobborgo middle class a metà anni sessanta, è vicino di casa e conoscente di Jonathan Richman (anche se Richman ha cinque anni più di Felice), quest’ ultimo lo coinvolge nella prima formazione dei Modern Lovers quando John ha solo 15 anni.
Ad inizio anni settanta i Modern Lovers sono considerati dagli specialisti "the next big thing", vengono contattati da diverse case discografiche ma perdono l’attimo per firmare un contratto in effetti il primo disco uscirà solo nel 1976, quando i Modern Lovers sono ormai una altra cosa (vedi). Felice non è presente nelle registrazioni che usciranno come primo album dei modern Lovers su Bersekley e tra il 1972 e il 1973 abbandona la band.
Abbandono dovuto in parte alla sua giovane età in parte ai contrasti interni dei Lovers ed in parte alla voglia del diciassettenne Felice di suonare in una band che suonava puro r’n’r .
Quindi inizia a suonare in band con uno stile puramente garage con futuri membri di Dmz e Lyres (Rick Corraccio), e forma i Kids, che tra il 1975 ed il 1976 devono cambiare nome quando scoprono l’esistenza degli Heavy Metal Kids e del loro album “The Kids” , diventano allora the Real Kids. Su qualche sito è riportato che il nome venne scelto da Jonathan Richman “...Don’t worry... You guys are the REAL kids”
La prima formazione della band che assume il nome Real Kids è formata da John Felice chitarra e voce, Billy Borgioli chitarra, Alan “Alpo” Paulino (già con i Nervous Eaters) basso e Kevin Glasheen batteria, sostituito poi da Howard Ferguson .
Il primo concerto con questa formazione è il 3 maggio 1976,  i Real Kids suonano e si fanno conoscere nella scena di Boston.
Partecipano anche alla, ormai leggendaria, compilation Live at the Rat (1976) con due brani,
Philippe Garnier ,corrispondente francese del magazine Rock and Folk li vede suonare a Boston e New York e decide di pubblicar un 45 giri sulla sua nuova etichetta Sponge.
E’il primo singolo dei Real kids : il 45 giri“ All Kindsa Girls/Common at Noon” . Come spiegano i Real Kids in una intervista del 1978, era la prima volta che entravano in studio di registrazione e la versione di “All kinds girls” presente nel 45 è una leggermente meno dura e più pop del brano poi uscito nel Lp.
Martyn Thau della Red Star Record (la stessa etichetta dei Suicide che stava verso fine anni settanta cercando di costruirsi una scuderia) li mette sotto contratto.Nell’ autunno del 1977 entrano agli Ultima Studios per registrare il loro primo Lp “All
Real Kids stage
Kindsa Girls”, uscito poi sul finire dell’ anno.
Che  dire? Un disco bellissimo per gli amanti del r’n’r puro, dei fifties, degli MC5 e  per certi versi molto vicino al Power Pop.
Gli originali di John Felice poi sono delle vere e proprie gemme, che parlano di storie di ragazze, alienazione giovanile e divertimento, insomma tutto il repertorio del r’n’r.
Ma cominciamo delle cover che attingono al repertorio degli anni cinquanta :“Rave on “ di Buddy Holly, “My Way di Eddie Cochran e “Roberta" con al piano Jeff “Monomen” Connolly di Frankie Ford, tutte super ballabili e in stile pop punk.
I brani di Felice si dividono tra scatenati r'n'r ("She's Alright", "Do  the Boob"), brani hard beat ("Solid Gold (Thru And Thru)" e "Taxy Boys") il selvaggissimo e super punk "Reggae Reagge" meraviglioso con le sue chitarra alla Stooges e  il ritmo quasi tribale, e il powerpop delizioso di "My baby's book" e "Better Be Good", quest' ultima omaggio ai sixties di Boston in cui vengono citati le leggende bostoniane The Remains, Infine la stupenda title track "All kindsa girls" canzone rock 'n roll  quasi definitiva: melodia perfetta, ritmo serrato, e chitarre devastanti, con John Felice che nel ritornello canta a squarciagola :

All kindsa girls, all kindsa girls.

I think I'm falling in love again.
Insomma un grandissimo Lp, forse uno dei miei preferiti dei gruppi americani di fine anni settanta, un disco che anni fa ho quasi consumato nell' ascolto (possiedo sia la copia originale Stampa italiana su Red Star che la ristampa della Norton di inizio anni 90).
Foto Label mia copia RSW1002 ,copia originale italiana
Lo stile  troppo  vicino r'n'r, una attitudine troppo stradaiola per i Real kids, in aggiunta ai loro contrasti e problemi interni fecero si che la band non riuscì a farsi notare nella esplosione new wave punk di fine anni settanta.
Borgioli abbandonò il gruppo ,sostituito da Billy Cole alla chitarra,i Real Kids continuarono a suonare saltuariamente, mentre Felice si divideva tra ila sua nuova band  (i Taxy Boys) e fare il roadie dei Ramones.
La fiamma dei Real Kids rimane viva e l'occasione arriva sempre dalla Francia, ma sono ormai passati cinque anni dall' lp d'esordo e oltre a Borgioli anche Ferguson non è più parte della band sostituito da Bobby "Morocco" Morin. Siano infatti nel 1982 e la New Rose (in USA la Star Rithymin) pubblica l'lp "Outtaplace".
Il sound è leggermente più spostato verso il beat sixties ,sicuramente il disco si difende bene, ma è meno inspirato dell' esordio inarrivabile. Otto brani di cui almeno tre grandissimi pezzi, la stomp "Outtaplace" (che ispirerà il nome della omonima band neo garage newyorkese), il r'n'r di "Can't talk to that girl" e il power pop di "It's been real", Da segnalare anche la garage punk "No place fast" con tanto di organo e la ballad "Small Town".
Foto label mia copia ROSE21
Un disco che non permise ai Real Kids di farsi conoscere, forse uscito fuori tempo, troppo tardi per sfruttare l'esplosione power pop e troppo presto per il revival del sound sixties.
La New Rose  pubblicò l'anno successivo il live "All Kindsa Jerks Live", registrato il 2 Febbraio 1983 all' ormai (purtroppo ) tragicamente famoso teatro Bataclan di Parigi.
Ancora un Lp registrato in Europa tra il marzo e l'aprile del 1983 e pubblicato per la New Rose: "hit you Hard" bel disco di power pop ,forse con le chitarre un troppo levigate , ma contine brani davvero validi , tra tutti la fantastica ballad (già pubblicata in un EP real kids /Taxy Boys) "She" e i power pop di "hit you hard", "Right When It's Right".
L'ultimo concerto fu al Rat di Boston il 16 giugno del 1983, la band si sciolse Felice proseguì con Primevals poi John Felice & the Lowdowns ,John Felice & The Boston Devotions, Paulino a fine anni ottanta suonò negli ottimi Cheater Slicks,  Borgioli nei Classic Ruins.
Ad iniziò anni novanta la grandissima Norton Record ristampò il primo Lp dei Real Kids (con differente copertina) , anche questo fece riaccender ei riflettori su questa grande band, usci il live su Norton "Grown up Wrong" e da li in avanti parecchie raccolte live.
Occasionalmente suonarono negli anni novanta, ufficialmente si riunirono nel 2014 (senza Alan "Alpo" Paulino morto nel 2006)  e pubblicarono un nuovo cd "Shake outta control" con tracce inedite e non. Borgioli morì nel 2015.
I Real kids sono stati una grandissima band di Rock 'n'roll.

Discografia 1977-83

Real Kids -1977 - Red Star RS2 -All Kindsa Girls/Solid Gold (Thru And Thru)/Rave On/Better Be Good/Taxi Boys/Just Like Darts/She's Alright/My Baby's Book/Roberta/Do The Boob/My Way/Raggae Raggae










Outtaplace- 1982- New Rose ROSK14 - Can't Talk To That Girl/ No Place Fast/Senseless/ It's Been Real/ Every Day Is A Saturday/ Small Town/ Problems/ Outta Place











All Kinda Jerks Live- 1983 -New Rose- ROSE21- Outta Place/No Place Fast/She Don't Know/Common At Noon/Do the Boob/Baby's Book/Can't Talk To That Girl/Bad To Worse/She Got Everything/My Way/All Kindsa Girls










Hit you Hard -1983 -New Rose-ROSE24- She/Hit You Hard/Now You Know/Where I Wanna Be/Take It Slow/Right When It's Right/She's A Mess/Face To Face/Some Love/On The Blink










The Real Kids - "She's Alright" - (sample)

Tonypop

...un semplice appassionato

2 commenti:

  1. Bellissimo post, degno tributo ad una grandissima band. Ed è commovente essere qua in pieno 2016 ad omaggiarli e suonarli a tutto volume!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie ,concordo una grandissima band, purtroppo non hanno raccolto quello che meritavano, ma forse anche questo è r'n'r. ho consumato il loro primo disco a furia di ascoltarlo nel corso degli anni.

      Elimina

Instagram