Fraser & DeBolt - With Ian Guenther


Columbia C30381-Febbraio 1971-Canada

  1. All this Paradise
  2. Gypsie Solitaire
  3. Them Dance Hall Girl
  4. David's tune
  5. Waltz of the Tennis Player
  6. Armstrong tourest rest home
  7. Old man on the Corner
  8. Warmth
  9. Stoney Day
  10. Pure spring water
  11. Don't Let me Down                                                                                                                          
Uno dei dischi più belli di sempre, realizzato con 2 chitarre acustiche, 2 voci (una superba: quella di Daisy Debolt, tra l'altro scomparsa nel 2011) ed 1 violino(Ian Guenther).
Allan Fraser e Daisy Debolt ,entrambi canadesi , si incontrano durante i festival folk che abbondavano sul finire degli anni 60, sembra che il loro primo incontro sia avvenuto al Mariposa Folk Festival in Canada,festival che si svolge ancora oggi, quando ancora suonano in gruppi differenti.
Come recitava un manifesto pubblicitario della Columbia per il lancio di questo loro primo Lp ,quella fu la prima esperienza, la seconda fu al Philadelfia Folk Festival.
Insieme al violinista Ian Guenther entrano in studio di registrazione e sfornano una pietra miliare .
Il disco è un capolavoro di folk psychedelico o acid folk (definizione nata a posteriori, ma utile a far capire il genere), il violino di Ian Guenther viene utilizzato come tappeto ritmico in molti brani e la voce superba di Daisy Debolt è uno strumento vero e proprio.
Melodie e armonie rendono questo Lp ancora oggi modernissimo, Lp che non ha nulla da invidiare ai nuovi gruppi del neo folk attuali, anzi senza sminuire nessuno, le canzoni di Fraser & Debolt rimangono nella mente e nel cuore molto di più di quelle dei nuovi gruppi neo folk.
In Warmth e Pure spring Water la voce di Daisy Debolt fa da contraltare alla melodia principale di Allan Fraser,  la versione di Don't let me down (Beatles) è  "acida" e melodica al tempo stesso , forse anche superiore alla stupenda versione di Gene Clark e Doug Dillard , anzi è una cover senza essere una cover tanto è originale: l'intro con il violino e la voce di Daisy Debolt la rendono da brividi.
Them dance hall girl, tra l'altro negli anni ricoverizzata da parecchi gruppi folk -country- Tom Russell tra gli altri - è uno dei brani più belli in assoluto di folk rock, con un testo molto "cool" ("These Dance Hall Girl, They 'll Treat you kind, They'll give you their body ,but you 'll never touch their minds...they put you down son, don't be surprise..") e una melodia incredibile.
Il disco per molto tempo è rimasto nascosto nei meandri delle miriadi di lp folk rock dell' epoca, ed  è stato riscoperto negli ultimi anni (ovvio anche dal sottoscritto!) , la versione originale (e quale se no?) in vinile si riesce a trovare in rete ancora a prezzi non esagerati (25-40 euro). 
Personalmente non ho mai trovato questo lp in mercatini o fiere italiane. 
Fraser & Debolt registrarono un altro Lp uscito nel 1973 sempre per la Columbia intitolato "With Pleasure".
Foto della mia copia in vinile di Fraser & Debolt- With Ian Guenther;la label è la famosa Columbia two eyes 360 Sound che la Columbia americana ha utilizzato fino al 1970 (serie CS), la copia di questo Lp è della Columbia canadese, che credo, ma posso sbagliarmi, abbia utilizzato il logo per un periodo più lungo.



Fraser & Debolt -Them Dancehall girls (sample)






Tonypop

...un semplice appassionato

2 commenti:

  1. Stuzzica la mia curiosità la cover di “Don’t let me down”!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è veramente una versione molto molto particolare..da ascoltare

      Elimina

Instagram