Deslondes - S/t



New West Records - NW  5106 - 6/15
  1. Fought The Blues And Won
  2. Those Were (Could’ve Been) The Days
  3. Heavenly Home
  4. Less Honkin’ More Tonkin’
  5. Low Down Soul
  6. The Real Deal
  7. Still Someone
  8. Time To Believe In
  9. Louise
  10. Simple And True
  11. Same Blood As Mine
  12. Out On The Rise


“Deslondes” dell’ omonima band di New Orleans è il disco che più sta girando sul mio piatto in questi giorni.
Niente di innovativo o super fantasioso, ma del sano country venato di R’n’B, suonato bene, prodotto bene, arrangiato ancora meglio e con delle ottime canzoni, anzi qualcuna davvero super.
Ovviamente fino a quindici anni fa (quando globalizzazione musicale e “mainstream” non erano non così diffusi) un disco del genere sarebbe stato relegato ad una cerchia di appassionati, probabilmente sarebbe stato meno “prodotto” e non avrebbe avuto tutto questo seguito. Purtroppo o per fortuna oggi non è cosi.
Quindi possiamo vedere il bicchiere mezzo pieno dicendo che abbiamo facilmente la possibilità di ascoltare dell’ ottima musica country, oppure mezzo vuoto dicendo che è un disco che si ascolta solo per moda.
Personalmente propendo per la prima opzione:  ho la possibilità di ascoltare un gran bel disco di buon country.
I Deslondes sono formati da Sam Doores (voce e chitarra), Riley Downing (voce e chitarra), Cameron Snyder (voce e percussioni), Dan Cutler (voce e contrabbasso) e alla Steel Guitar e al violino James Tourville. tutti musicisti e compositori.
Provengono da diverse band : Long Time Goners, Hooray for the Riff Raff e i Tumbleweed (Riley, Cutler, Doores).
Da questa ultima band prende il via il progetto Deslondes.
Il disco, pubblicato nel Giugno 2015, è inciso per la New West, etichetta che presta molta attenzione al Country e a quello che viene etichettato come “Alternative Country” (ha pubblicato dischi di Steve Earle  ed i Drive by Truckers), ed  è davvero buono.
Quindi country, western, honky-tonk, rockabilly, un tocco di R’n’b e testi che rispettano perfettamente la tradizione country : speranze e aspettative non realizzate e cuori spezzati.
I miei brani preferiti del disco sono “The Real Deal” e “Still someone” davvero grandissimi brani .
Il primo è il pezzo dal quale è stato tratto anche il video per lanciare il disco è un trascinante country molto ritmico, “Still someone”  è  melodico e pieno di Steel guitar è davvero un bel esempio di come il country possa diventare moderno senza svendersi e rimanendo fedele alle tradizioni. Concetto che si può allargare a tutto il disco.

  
                                                       Video Ufficiale di "The Real Deal" - Deslondes

Anche gli altri brani sono di ottimo livello, dal  r'n'b  Boogie di "Fought the blues and Won", al rockabilly o meglio hillybilly visto che non c'è assolo di chitarra ma di violino,  della trascinantissima "Less Honkin’ More Tonkin", le due bellissime country song come "Those Were (Could’ve Been) The Days" (rimorsi e passato) e la bellissima "Louise" (su un amore impossibile) che  rimanda  molto alle cose migliori del Bakersfield sound .
Country classico in "Same blood as mine" o in "Low down soul" con tanto di eco rockabilly.
Ma c'è di più : c'è dell' ottimo Western sound nella bella "Time to Belive in", del pop nel potenziale singolo "Heavenly home" e swing  e pop nella finale  "Out on the rise".
Insomma un ottimo disco per ascoltare ottima musica roots adeguata al secondo millennio; anche l'lp è molto curato con i testi di tutti i brani, l'ormai immancabile coupon per il download digitale gratuito e con delle belle foto che ritraggono i Deslondes (con un Look retrò ma moderno al tempo stesso) in un palco ad una tipica festa country dove mentre la band suona il pubblico balla.
Il disco ha ottenuto anche delle ottime recensioni dai magazine specializzati , Uncut e Mojo su tutti, e la band sta promuovendo il disco con un tour  che ha toccato anche l'Europa. Italia Esclusa.
Gran bel disco.

Foto della label della mia copia in vinile di NW5106




Tonypop

...un semplice appassionato

Nessun commento:

Posta un commento

Instagram