La's - S/t



La's - S/T Godisc 828202- 10/90
  1. Son of a gun
  2. I can't sleep
  3. Timeless melody
  4. Liberty Ship
  5. There She Goes
  6. Doledrum
  7. Feelin'
  8. Way Out
  9. I.O.U.
  10. Freedom song
  11. Failure
  12. Looking Glass

Liverpool 1990: dopo qualche anno dalla loro formazione e dopo l'uscita di due singoli passati inosservati  ("Way out" e "There she goes" ) i La's di Lee Mavers debuttano su Lp (Go!Disc), il disco uscito nell' ottobre del 1990 ebbe un successo strepitoso anche grazie al lancio del singolo "There she goes" (adesso non più inosservato) che fu la croce e delizia del gruppo: delizia per le vendite, croce perchè ha relegato il gruppo nelle file dei One hit wonder aumentando ancora di più la paranoica ricerca della perfezione del leader del gruppo impedendo l'uscita di un secondo Lp (ancora oggi 23 anni dopo, nonostante la loro reunion non è mai uscito un nuovo lavoro).
Come accennato il gruppo si forma a  Liverpool a metà anni '80 e suonando un genere che ha molti debiti verso il jangle pop di Byrds , Hollies e REM riesce ad avere un contratto con la londinese  Go!Disc pubblica due singoli citati precedentemente  e con la formazione assestata con Lee Mavers voce e chitarra (e anche songwriter e leader del gruppo), John Powers basso, Peter Camell chitarra e Neil Mavers alla batteria dà alla luce nel 1990 questo lp. Prodotto da Steven Lillywhite, all epoca "guru" del rock inglese (sue le produzioni di Pogues, U2 e simple Minds fra gli altri) precettato dalla Go!Disc dopo che l'insoddisfazione di Lee Mavers aveva bloccato l'uscita del disco per circa 2 anni, l'omonimo lavoro dei La's è una gemma di pop anni novanta.
Il disco contiene la versione che arrivò al numero 2  in classifica in Usa di "There she Goes" canzone che per citare Rob Morton dal fantastico libro "1001 Dischi"
"..qualsiasi elenco delle migliori canzoni pop degli anni '90 (di sempre aggiungo io)deve includere  "There she Goes"...che si tratti di una canzone d'amore per una ragazza o di un ode appena veleta all' eroina ..."
Il brano è stato usato in moltissimi jingle pubblicitari , serie Tv e film : merita, a mio parere, una citazione l'intro di "Febbre a 90°" , film ispirato dall' omonimo libro di Nick Hornby con Colin Firth, dove per tutti i titoli di testa rieccheggia "There she Goes".
Piccola curiosità: il film è ambientato 1989 nell' anno della vittoria dello scudetto dell' Arsenal dopo diciotto anni,  è vero che il singolo usci nel 1988 per la prima volta, ma la versione famosa è quella del 1990, che teoricamente non esisteva nel 1989 quando è ambientato il film).
"There she goes" è un capolavoro pop, l'intro byrdsiano di chitarra , la melodia e i cori in falsetto creano un brano diventato ormai un classico, ma tutto il disco merita una citazione (anche se forse le "paranoie" del leader su una produzione non perfetta, non sono del tutto infondate  il disco ha dei suoni un pochino troppo "cartonati" tipici di fine anni ottanta), i La's hanno creato un lp che è un vero gioiellino di quel genere definito jangle pop e che ha ispirato parecchi musicisti British degli anni successivi  (da Pete Doherty, qualche anno fa in jam con Lee Mavers, a quelli che ritengo personalmente molto simili ai La's -sopratutto per le influenze sixties- cioè i concittadini  Coral).
"Son of a Gun " ricorda molto i Rem di "Green " in versione acustica, la melodia di "Timeless Melody" (altro singolo del disco) rivela le doti compositive di Lee Mavers; il lato A si chiude con la già citata "There she Goes" e uno dei brani migliori del disc "Dolendrum": un pezzo stomp acustico ,ma con un cantato molto garage punk.
La ritmata e melodica "Feelin'" (se adorate i primi Coral come me qui trovate la loro fonte di ispirazione) apre il lato B, "Freedom song" è un incrocio tra il Tom Waits di "Rain dogs" e i Violent Femmes , "Failure" è il brano forse più punk con un bel basso distorto che tiene il ritmo per tutto il  brano, la stupenda "Looking Glass" con il suo jingle jangle, gli arpeggi , la melodia , il testo meraviglioso ("I've seen everybody, Everybody 's seen me, in the looking glass i'm everybody) e isuoi circa 7 minuti ne fanno uno dei primi esempi di acid folk anni novanta, meno dance dei pezzi dilatati degli Stone Roses(grandi),ma altrettanto acida.
Il disco fu un successo , ma fu l'unica traccia di un gruppo che al debutto aveva espresso grandi potenzialità, forse senza cercare la perfezione voluta da Lee Mavers avrebbe potuto creare dischi perfetti, ispirando molte più band di quante non ne abbia ispirate.
Il gruppo rimase in bilico tra lo sciogliersi o meno fino al 1995, nel 2005 si riformò, ma come detto nessuna altra registrazione è stata pubblicata.
Valutazione del disco: la versione originale viene quotata intorno alle 20 sterline.
Foto della label della mia copia in vinile di La's s/t Go!disc 828202

Tonypop

...un semplice appassionato

Nessun commento:

Posta un commento

Instagram